E’ tornato il buio pesto sul co-inceneritore Laterlite di Rubbiano. Un impianto privato che brucia oltre 60 mila tonnellate all’anno di rifiuti speciali pericolosi con l’emissione di fumi contenenti metalli pesanti, ossidi di azoto e zolfo, diossine, idrocarburi policiclici, ecc.. Un impianto che, per stessa ammissione degli organi competenti (Arpa, Ausl) ha un impatto ambientale, Continue Reading

comment (1) Leggi tutto l'articolo